Addio con amore a Domenico Vaccaro

SABATO 30 MAGGIO 2009

Addio con amore a Domenico Vaccaro

di Carlo Rocchi

MIMMO VACCARO

Ciao Domenico, dicevamo congedandoci dalla sezione dei veterani dello sport; ma questa volta è un addio! Mimmo non è più tra noi con i suoi suggerimenti, con le sue approvazioni, con i suoi bonari mugugni quando pensava che le cose non andassero per il giusto verso. Domenico Vaccaro era stato presidente della sezione Nedo Nadi di Livorno e attualmente eletto vice-presidente nazionale dell’Unvs nella recente Assemblea svoltasi a Massa, dopo aver militato per anni nel Consiglio Nazionale della nostra Unione. Uomo limpido e severo, rigido alle regole ma anche semplice e rispettoso, rifletteva i lunghi anni trascorsi in Accademia Navale in qualità di primo nostromo. Quando in momenti di relax ci raccontava dei suoi trascorsi sul mare (la Vespucci, il cacciatorpediniere Impavido, e anche i salvataggi che hanno tenuto in vita molte persone), si intuiva quanto amasse la vita di mare. Appassionato dello sport velico si interessava però di tutti gli sport, specie di quello livornese e soprattutto quello giovanile. Ricordo un suo intervento alla corsa ciclistica dedicata a Olimpio Bizzi e a Sergio Morelli, quando, dal palco delle premiazioni, esortava i giovani atleti a diffidare sempre di quella illusoria scorciatoia rappresentata dal doping. Quei giovani se li sentiva come figli. La sua scomparsa ha lasciato sconforto in tutta l’Unione Nazionale Veterani dello Sport. Abbiamo stentato a crederci, perché ancor oggi ci sembra impossibile il repentino passaggio da un’attività dinamica, collaborativa e quasi passionale, alla nuova e cruda realtà. Domenico si prodigava al massimo a Livorno e in sede nazionale. Per lui l’Unvs era come una grande famiglia da curare, da perfezionare, da sviluppare, da onorare. Ed è proprio per questo oltreché per una spiccata facilità di comunicare con le persone, che a dargli l’ultimo saluto sono stati in tanti; dal picchetto d’onore della Marina con il Tricolore, al sindaco di Livorno Cosimi, assessori ed ex assessori allo sport del Comune di Livorno, rappresentanti dello sport studentesco, veterani dello sport provenienti da altre città con le proprie insegne, il presidente nazionale Gian Paolo Bertoni e ovviamente il presidente Cesare Gentile, la rappresentanza del Coni, della medicina sportiva, del Livorno Calcio, il presidente degli Azzurri d’Italia e tutta la Livorno sportiva. Domenico Vaccaro era nato a Nocera Terinese in provincia di Catanzaro nel 1939. Viveva a Livorno sin dal 1958 dove aveva sposato la signora Susy, livornese e lascia anche due figli Andrea e Luca. Ma lascia anche moltissimi amici con i quali collaborava nell’Unvs, prestando una preziosa esperienza e che ora proseguiranno il lavoronella tristezza e nella costernazione. Addio Mimmo, ci mancherai, non sarà semplice senza di te, ma ci proveremo nel tuo ricordo e ancora da te spronati.